Is Murusu de S. Teresa

 

Sette artisti nazionali e internazionali hanno portato colore e fantasia per le strade e i palazzi del quartiere di Pirri, dove ha casa l’Exmè. Arte per far alzare gli sguardi e drizzare le spalle, a riqualificare gli spazi, per far rinascere una periferia da sempre dimenticata, perchè i bambini di Santa Teresa domani siano orgogliosi di mostrare dove vivono.

È questo lo scopo di “Is Murursu de Santa Teresa” realizzato dall’Associazione Urban Center di Cagliari insieme a Domus de Luna e ai writers sardi e non solo.

Animali sulle facciate, fasci di luce e colori, bambini che guardano al futuro, la ricerca del verde della natura nonostante i grandi e grigi palazzi: questi sono temi scelti dagli artisti selezionati dal direttore artistico Manu Invisibile, che ha coinvolto nella realizzazione delle opere, oltre a se stesso, anche i sardi Warpix-Duo, Davide Medda e Kofa, il milanese Frode e il belga Dzia.

Il progetto, sostenuto dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Cagliari, è stato accolto dal quartiere in maniera più che positiva, con gli abitanti diventati parte attiva nella scelta delle opere e supporto nei confronti degli stessi artisti, testimoniando come interventi di questo tipo stimolino la socialità e il confronto anche tra realtà differenti.

 
Aiutaci anche tu. Dona subito!